Tra le pagine

27 novembre 2017 Autore: Istituto: Liceo Classico “Vincenzo Gerace” - Cittanova (RC) Classe IV C Ciclo 1

“Ora che sei adulto ti guardi indietro, volendo cancellare i gesti compiuti e rimpiangendo quella spontaneità  che te li ha fatti compiere.”

 

Ma sì, tutto finisce.

Passano gli anni e tutto va via, sparisce in una scatola riposta in soffitta. Poi un giorno ti serve un libro, perché quella zia ti ha detto che serve a quella nipote, e vai a cercarlo.

Ficchi la testa nei ricordi. Riapri la scatola e ti ci butti.

Succede sempre così.

Tiri fuori tutto ciò che trovi, prendi la scatola e la sconvolgi tutta.

Magliette sgualcite, quella con il nome della tua band preferita, quel vestito rosso che indossavi il giorno in cui hai dato il tuo primo bacio.

Quelle scarpette che avevi appeso al muro ma che poi hai preferito staccare via perché il ricordo di un passato che non torna fa male.

Continui a scavare in quei ricordi così lontani che ormai sembrano appartenere a qualcun’altro e trovi un cofanetto, collanine con il nome di chi ormai non c’è più.

Fotografie, poche, con poche persone, quegli amici di sempre con cui tra scuola e compagni un po’ ti ci perdi. Quelli che, hai già deciso, stasera chiamerai per un caffè, o magari per andare a ballare.

Ci sono anche delle lettere, quelle persone che pensavi non avresti perso mai e delle quali, invece, ti restano solo parole vuote.

Infine, trovi un quaderno, pochi fogli rimasti, tutti bianchi. Gli altri li avevi strappati via per la rabbia o li avevi nascosti, magari erano scomparsi, o magari li aveva trovati qualcuno, forse li aveva letti, forse li aveva bruciati, o forse ce li hai sotto gli occhi, in una busta di quelle di plastica, per i documenti, o le cose davvero importanti.

E lì c’è tutta la tua vita.

Ogni pagina porta il tuo nome, i fogli sono messi in ordine cronologico, allora ti metti a leggerli, dal primo all’ultimo, e ripercorri la tua esistenza.

Leggi di quando, a undici anni, ti esercitavi per il saggio di danza e c’era quel passo che proprio non riuscivi a fare, ma ci mettevi comunque l’anima, perché sognavi di diventare una ballerina di successo e non volevi darti per vinta.

Poi, di quando, a quattordici anni, guardavi certi film e sentivi una cosa nello stomaco, quella nostalgia delle cose che non hai mai avuto che prima o poi, nella vita, ti prende.

A diciassette anni, di quando avevi deciso che il tuo futuro sarebbe dipeso da te, che avresti dovuto contare solo su te stessa, perché avresti potuto farcela da sola, avresti potuto essere tutto quello che volevi, senza se e senza ma.

Fino ad arrivare ad oggi, che stacchi un foglio da quel quaderno e tieni tra le dita una penna.

Già ti vedo, stai scrivendo la data in alto a destra. Lasci un rigo e sposti la mano che tiene la penna verso sinistra. Eccoti. Inizi a raccontare quel che è stato della ragazza che aveva messo per iscritto la sua adolescenza.

All’inizio cerchi di occultare un po’ te stessa (metti caso che qualcuno li trovi!). Poi vedi la penna che va veloce, ed è lei a guidare. Non sei più tu che scrivi, ma lei che corre, che ha già deciso, che ha raccolto il tuo coraggio e allora si muove da sola. E tu non la fermi. Tu stai bene, sorridi.

Scrivere ti fa sentire di nuovo quella ragazza che a diciassette anni credeva di poter superare ogni cosa solo volendolo, ma non sei più lei.

Sulle tue spalle gravano mille pesi.

Sei più indecisa adesso riguardo al tuo futuro di quanto lo eri qualche anno fa.

Vorresti avere la sua leggerezza e quegli occhi vispi, vorresti avere la forza che lei aveva quando provava a colorare anche le tele più scure e a tracciare il disegno della sua vita.

Ma, anche se certi sogni ti sembrano lontani, erano i sogni di quella ragazzina.

E quella ragazzina eri tu, quell’adolescente è il tuo passato. È quello che ti ha portata ad essere la donna che sei oggi, tu sei quei sogni, che lei non vedeva l’ora di realizzare, e hai in te abbastanza forza per superare ogni ostacolo, solo volendolo.

7,364 Visite totali, 4 visite odierne


 
Vota

Inserisci un commento